• Blog
  • by Cristiana Ubaldi
  • 14 Ottobre 2022
  • 0

Il Pap test è un esame di screening, che si effettua anche in donne sane senza alcun segno di possibile malattia.

“Non è mai troppa l’informazione che si può fare riguardo al Pap test, il principale strumento di prevenzione di neoplasie per le donne – evidenzia il Dr. Fabio Perricone, ginecologo responsabile del trattamento PMA presso il centro GeneraLife di Napoli.

Il Pap test (test di Papanicolaou, dal cognome del medico che lo ha inventato) è un esame di screening, che si effettua cioè anche in donne sane senza alcun segno di possibile malattia. Lo scopo è individuare precocemente tumori del collo dell’utero o alterazioni che col passare degli anni potrebbero diventare tali. L’introduzione del Pap test ha contribuito significativamente a ridurre la mortalità per tumore del collo dell’utero (anche detto della cervice uterina) per cui andrebbe eseguito con regolarità, ogni 3 anni, da tutte le donne dopo l’inizio dell’attività sessuale o comunque a partire dai 25 anni di età. L’esame si effettua con le stesse modalità di una visita ginecologica, durante la quale si applica lo speculum, uno speciale strumento che dilata leggermente l’apertura vaginale in modo da favorire il prelievo. L’operatore inserisce poi delicatamente una speciale spatola e un bastoncino cotonato che servono a raccogliere piccole quantità di muco rispettivamente dal collo dell’utero e dal canale cervicale. Su questo campione, in laboratorio, si farà l’esame citologico, sulle cellule esfoliate dal tessuto di rivestimento della cervice, esaminandole con appositi metodi di colorazione e un approfondito esame computerizzato.

Add Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *