• Blog
  • by Cristiana Ubaldi
  • 9 Gennaio 2023
  • 0

L’AMH (ormone antimulleriano) è una glicoproteina che, nella donna, viene prodotta dai follicoli primordiali dell’ovaio.

Ha un ruolo importante nella stima dell’etĂ  biologica della donna, ossia della sua riserva ovarica – spiega Maddalena Giuliani, ginecologa e responsabile del trattamento di PMA del centro GeneraLife di Roma – perchè i suoi valori decrescono con l’aumento dell’etĂ . Bassi valori dell’ormone antimulleriano, infatti, possono essere presenti nell’insufficienza ovarica primaria o nelle donne con bassa riserva ovarica. Al contrario valori alti di questo ormone indicano una buona riserva ovarica oppure possono essere riscontrati anche in pazienti con ovaio policistico. L’interpretazione del valore di AMH – conclude la ginecologa – deve essere comunque accompagnato da altri parametri di valutazione come la conta dei follicoli antrali nella fase proliferativa precoce del ciclo mestruale e, in ogni caso, è solo un indice della quantitĂ  degli ovociti, ma non della loro qualitĂ  nĂ© della chance di gravidanza che invece è strettamente correlata all’etĂ  anagrafica della donna”.

Add Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *